News

Notizie dal mondo C.A.C.

DIFFICOLTÀ NELLE SEMINE E NEI TRAPIANTI AUTUNNALI

Quest’anno l’estate e la parte iniziale dell’autunno sono state caratterizzate da temperature sopra la media e una piovosità quasi assente. La carenza di precipitazioni per un periodo così prolungato ha determinato una grossa difficoltà nella preparazione del terreno, operazione necessaria per accogliere al meglio le semine dirette autunnali. 

Le problematiche dovute alla siccità hanno riguardato molte colture da seme, come cicorie, ravanelli, coriandolo, colza, bietole da orto, costa, carote e rape. 

Tutti i Soci si sono adoperati al massimo, ma in alcuni casi si sono verificati ritardi nelle epoche di semina e nascite disformi che hanno determinato un evidente deficit di sviluppo delle piante. 

Per colmare questo ritardo e arrivare ai primi freddi invernali nelle migliori condizioni di sviluppo possibile è importante continuare, in accordo con i tecnici di zona, con la concimazione e ove possibile l’irrigazione se la pioggia naturale dovesse scarseggiare. 

È importante che le piante raggiungano il giusto sviluppo prima dell’esposizione alle basse temperature invernali per ottenere così una buona produzione di seme. 

Anche le colture a trapianto come i cavoli hanno risentito della siccità e persino le varietà precoci, che normalmente non hanno problemi perché vengono trapiantate più tardi, quest’anno hanno atteso invano l’arrivo delle piogge. 

A seconda delle tipologie e delle varietà in coltivazione è quindi importante verificare il giusto sviluppo delle piante con l’ufficio tecnico di C.A.C. 

L'importanza di essere certificati

Uno sviluppo sostenibile