News

Notizie dal mondo C.A.C.

IL VALORE DEI NITROPLASTI

Proponiamo di seguito l’articolo curato dall’Ufficio Tecnico C.A.C. sui nitroplasti, disponibile sul numero di giugno della rivista Sementi News.

Studiando una particolare alga unicellulare, si è arrivati alla scoperta di un affascinante fenomeno di endosimbiosi primaria, che negli anni futuri potrebbe avere importanti ripercussioni sul mondo dell’agricoltura.

Si tratta del fenomeno per cui un essere vivente entra all’interno di un altro, fondendosi completamente e diventando parte integrante del nuovo sistema creatosi. Anche noi animali, per esempio, abbiamo all’interno della nostra cellula i mitocondri, nati circa 1,5 miliardi di anni fa proprio da una fusione con un batterio. Le cellule vegetali hanno già al loro interno una fusione con i cianobatteri, che hanno portato alla creazione dei cloroplasti, organuli che permettono ai vegetali di utilizzare la luce come fonte di energia.

Nel caso dell’alga oggetto di studio, si è scoperto che al suo interno esiste un organello (anch’esso nato da una fusione con un cianobatterio) che le permette di fissare direttamente l’azoto atmosferico: questo organello è stato chiamato nitroplasto.

Tutti noi sappiamo quanto sia importante per le piante l’azoto: purtroppo le stesse piante non sono in grado di utilizzare quello disponibile nell’aria (l’aria è infatti composta per il 78% di azoto), e così siamo costretti a utilizzare concimi azotati. In futuro, tramite l’ingegneria genetica, si potranno forse trasportare i nitroplasti all’interno delle nostre piante, che fisseranno così l’azoto direttamente dall’atmosfera rendendo inutile la distribuzione dei concimi azotati.

L'importanza di essere certificati

Uno sviluppo sostenibile